Fiab e Regione Abruzzo firmano il protocollo per la Ciclovia Adriatica


Il passaggio del gruppo sul ponte ciclopedonale di Pescara.

Sessanta cambi che scattano in salita. Agili in pendenza e prudenti in discesa: sono partiti così gli staffettisti nella seconda tappa, lasciando San Vito Chietino per la collina fino al castello aragonese di Ortona. Da qui, una volata in discesa fino a Francavilla al Mare, dove tra tavolame su sabbia e ciclabili protette il gruppo ha raggiunto Pescara. Una città che, parola del vicesindaco Enzo Del Vecchio, è felice di affrontare le criticità dei ciclisti. Proprio perchè quelli che pedalano, contribuendo a cambiare in meglio il volto della città, sono in aumento.

All’Aurum di Pescara, antica distilleria oggi riconvertita a sede istituzionale, hanno accolto gli ambasciatori della Bicistaffetta anche il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco e l’Assessore al cicloturismo della Regione Abruzzo Dino Pepe. Sul piatto la realizzazione del Bike To Coast lungo il litorale adriatico e di tutti quei servizi come le 150 ciclostazioni su cui investire quasi 5 milioni di euro.

“I lavori per quei 131 km del Bike To Coast di ciclabile sono tutti appaltati – ha comunicato Pepe ai cicloturisti Fiab – e puntano nel verso giusto per il turismo”. Proprio quel verso che ha portato la Regione Abruzzo ad aggiudicarsi l’Oscar in materia di turismo lento e sostenibile che le verrà assegnato al Cosmo Bike di Verona nei prossimi giorni. Chiudono poi in bellezza l’incontro le firme della Fiab e della Regione Abruzzo sul protocollo d’intesa per la realizzazione della Ciclovia Adriatica, un documento non vincolante e a costo zero, ma che l’amministrazione intende onorare, si spera, in compagnia delle altre regioni che si affacciano sull’Adriatico.

Da una provincia all’altra, seguendo ciclabili di diverse cromature (gialle, blu e rosse) la carovana si è immersa poi nell’area marina protetta Torre del Cerrano, nel teramano, pedalando all’ombra di fitte pinete. “Io ci credo davvero nel cicloturismo” ha confidato a Fiab Pino Datri, il gestore di un albergo bike friendly a Silvi Marina, da dove passerà la ciclovia del Bike To Coast, un’infrastruttura che sta davvero conquistando le attenzioni da parte di molti amministratori abruzzesi.